I MESTIERI E LE PROFESSIONI PER LAVORARE ALL'ESTERO

Trasferirsi all'estero sta diventanso sempre più una necessità per molti giovani in possesso di un titolo di studio, dipolomati, laureati e non...

Lavorare all'estero può anche rappresentare un'opportunità di crescita personale e professionale grazie al confronto con altre culture.

Prima di iniziare a cercare un lavoro all'estero è importante - per aumentare le possibilità di successo - analizzare, oltre ai propri titoli di studio "tradizionali", anche le proprie capacità e competenze nei cosiddetti "lavori manuali", o "mestieri".

Esistono diversi LAVORI e molte PROFESSIONI al mondo, ma alcuni "MESTIERI" sono più facilmente "spendibili" all'estero di altri.

Non tralasciate di approfondire la conoscenza del vostro paese di destinazione per verificare quali settori offrono maggiori opportunità e leggere le testimonianze di chi vi si è già trasferito.

Di seguito si trovano una serie di informazioni e risorse importanti che possono essere utili per la ricerca del tipo di impiego desiderato.

Alcuni "lavori" in particolare sono collegati al "made in Italy" o comunque alla buona reputazione che l'Italia ha nel mondo in relazione per esempio alla gastronomia, all'abbigliamento, alla creatività o alla moda... per citare solo alcuni alcuni aspetti delle molteplici sfaccettature dal made in Italy.

Vediamo dunque quali sono questi "mestieri" e quali sono i corsi o le scuole per poterli apprendere e farne una professione senza frontiere.

link sponsorizzati

    mollo tutto e faccio il croupierPROFESSIONE CROUPIER: Come diventare croupier professionista

    Il termine CROUPIER deriva dalle parole francesi CHAVALIER ACCROUPI e significa CAVALIERE ACCOVACCIATO ed indicava la persona, di solito appartenente alla cavalleria o alla nobiltà, accovacciata accanto ai GIOCHI DI SOCIETÀ per servire i partecipanti.
    Ancora oggi, si intende chiamare CROUPIER chi si occupa di servire ai tavoli dei giochi tradizionali come ROULETTE FRANCESE, CHEMIN DE FER, 30/40; la figura del CROUPIER è il più completo dei lavori a livello professionale. Invece, con il termine inglese DEALER viene chiamato colui che opera in tutti i giochi americani come BLACK JACK, ROULETTE AMERICANA, CRAPS, ecc. Infine vi sono i POKERBOYS che sono ragazzi alle prime armi, che imparano il mestiere ed operano ai tavoli del POKER HOLD’EM. Leggi tutto l'articolo...

     Stampa  Email

    mollo tutto e insegno italiano all'esteroPROFESSIONE INSEGNANTE DI ITALIANO ALL'ESTERO: Scopri come fare

    L’assistente di lingua italiana all’estero svolge la propria attività presso scuole di vario ordine e grado, università escluse. Sotto la guida del docente straniero di lingua italiana, fa conversazione guidata per almeno 12 ore alla settimana. Solitamente i posti sono distribuiti nei paesi europei che hanno stretto accordi culturali con l’Italia, ovvero Austria, Belgio, Francia, Germania, Regno Unito, Spagna e Irlanda. L’incarico ha una durata pari a quella dell’anno scolastico del paese ospitante.
    Ogni anno il Ministero dell’Istruzione pubblica sul suo sito: "http://archivio.pubblica.istruzione.it/", un bando di concorso per la selezione di assistenti di lingua. I moduli sono reperibili anche nella Gazzetta Ufficiale. 

     Stampa  Email

    Barman professionista Bartender COME DIVENTARE BARMAN PROFESSIONISTA

    Per diventare barman professionista sono necessarie attitudini ed accortezze particolari, che meritano attenzione, pratica e allenamento. 
    Il bartender qualificato farà ricorso a tecniche e metodologie precise durante il corso del servizio, caratteristiche queste che lo differenziano da un “addetto alle bevande” privo di qualifica. 
    Ma qual è la differenza tra barista e barman professionista?
    La distinzione tra le due categorie la fa, innanzitutto, il nome: dal 2009, infatti, l’ A.M.I.R.A. (Associazione Maîtres Italiani Ristoratori e Alberghi) ha eletto il termine Convivier come nuovo nominativo per indicare la categoria dei baristi professionisti, distinguendola da coloro che praticano il servizio senza un attestato o qualifica che ne dimostrino la professionalità.
    Leggi tutto l'articolo...

     Stampa  Email